Crea sito

Red Face Invaders (con codice sorgente)

Alcuni anni fa, prima di iniziare seriamente ad occuparmi del progetto Aleph, mi ritrovai in un contesto lavorativo “particolarmente noioso”, ed in ufficio c’era un computer che prendeva polvere. Cosa avrebbe fatto una persona normale, avrebbe caricato dei porno, oppure dei giochini. Ma siccome io non sono affatto normale, lo utilizzai per programmare.

Questo accadeva prima che cominciassi a far colazione con i wafer di silicio, sarà vera questa storia, non so dirvi, intanto oggi ho un giochino da condividere a beneficio della comunità informatica, che condivido a scopo didattico sotto la licenza L.U.I. che vuol dire Libero Utilizzo Illimitato.

Io ancor prima di parlar del gioco, voglio parlarvi della licenza perché è importante e va letta ed accettata. La licenza LUI, “garantisce il diritto di copia di modifica e di libero scambio dei files fra utenti”. Ma questa licenza pone il divieto di vendita e di lucro. Detto questo se qualcuno pensa di fare il furbo, e di far pagare ad altri quello che ha ricevuto gratis, allora può avere anche qualche problema legale. —


Trama del videogame Red Face Invaders

Red-Face Invaders schermata d’avvio (risoluzione 640×480 16 colori)

Contrariamente a quanto pensato finora, gli abitanti del pianeta rosso, non sono omini verdi, ma sono rossi anche loro, e per questo motivo su Marte non li ha visti nessuno, ma un brutto giorno, durante una mattinata soleggiata e serena questi “Rossi” si manifestano a noi terrestri. Allora prontamente noi indossiamo la verde mimetica militare, imbracciamo il nostro fucile laser a doppio plasma e fuoco all’impazzata.

Credo che la trama sia tutta qui, per il momento, perché questo è un giochino che feci per testare le librerie grafiche per la scheda VGA, sotto il sistema operativo FreeDOS.
Per farlo girare è sufficiente un qualsiasi computer DOS-based, purché abbia una CPU 286 o superiore, tastiera AT , PS/2 o anche USB ma quest’ultima è difficile trovarla su un PC 286.

(Tuttavia si segnala che questa versione è sincronizzata per girare su un Pentium II a 300Mhz) In sintesi ho aggiunto dei loop di attesa, dei conteggi per rallentarne l’esecuzione, altrimenti sarebbe troppo veloce, praticamente ingiocabile.

Download eseguibile e sorgente

Dopo aver scaricato il videogame, è sufficiente scompattarlo in una cartella sul disco fisso, oppure si può copiare l’eseguibile: REDFACE.EXE ed il file delle font FONT.CHR su un dischetto floppy da inserire del drive A:\

Scarica il videogioco (con codice sorgente in C)

Guarda il video su youtube, Red face invaders video